Monsieur Perdu e la letteratura d’annata

<<I libri non sono uova. Non vanno a male anche se sono usciti da un paio di anni>>. Anche Monsieur Perdu aveva alzato la voce. <<E poi cosa vuol dire ‘vecchio’? La vecchiaia non è una malattia. Tutti invecchiano, anche i libri. Ma secondo lei, qualcuno può avere meno valore o importanza solo perché è al mondo da qualche anno in più?>>

Apriamo questo angolino dedicato alle citazioni con un brano tratto da “Una piccola libreria a Parigi”, di Nina George, e con un plauso sentito a Monsieur Perdu, che difende un principio tal volta dimenticato: un libro non ha valore solo se appena uscito nelle librerie. Precipitarsi a leggere l’ultimo successo editoriale, ignorando a buona posta l’intero panorama letterario che lo ha preceduto solo perché non fa più notizia non è degno di un lettore serio.

Annunci

3 thoughts on “Monsieur Perdu e la letteratura d’annata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...